9 CURIOSITÀ SUL SUPER BOWL

La scorsa domenica c’è stato il famigerato Super Bowl. Sentiamo spesso parlare di questo evento americano, soprattutto per il suo spettacolare intermezzo che vede esibirsi star internazionali.

In America il football è lo sport più seguito e condiviso, ed il Super Bowl, la sua finalissima, batte tutti i record di audience televisiva. Durante questo evento, infatti, si assegna il titolo di campione del mondo del campionato della National Football League (NFL).

Secondo solo al Thankgiving day, il Super Sunday (come lo chiamano loro) è l’evento più atteso dall’America e noi oggi vi regaliamo 9 curiosità sullo show degli show!

1. ORIGINI

La prima competizione denominata Super Bowl ci fu il 15 gennaio del 1967, che non corrisponde al primo campionato della National Football League che ci fu nel 1920.

2. QUANDO E DOVE SI TIENE

Solitamente si disputa la prima domenica di febbraio, in uno stadio neutro sorteggiato per l’occasione, ad esempio quest’anno si è tenuto allo U.S. Bank Stadium di Minneapolis, Minnesota.

3. QUANTO DURA

Di solito dura 3 ore e mezzo, di cui 3 ore effettive di gioco più due intermezzi da 15 minuti ciascuno. Inizia presto, intorno alle 18.00, in modo da poter permettere agli adulti di andare a lavoro il giorno dopo e ai bambini di andare a scuola (sagaci!).

4. LA NUMERAZIONE

Per numerare le edizioni si utilizzano i numeri romani. Si tratta di un unicum in America: in generale la numerazione romana risulta ostica per gli americani, tanto che utilizzano delle strane forme mnemoniche per ricordarla, come I Value Xylophones Like Cows Dig Milk o, in ordine decrescente, My Dear Cat Loves Xtra Vitamins Intensely (della serie are ere ire l’h va a dormire). Unica eccezione è stata la 50esima edizione, in cui è stata usata la numerazione araba, anche perché 50 in latino è L, che però gli americani associano a Loser.

5. QUANTO COSTA ANDARE A VEDERLO

Un biglietto per la finalissima della può costare fino ai 75.000 dollari! Quest’anno, per i 70.00 fortunati che si sono accomodati sui seggiolini dello U.S. Bank Stadium, i biglietti partivano da 2.350 dollari.

6. GLI SPETTATORI

Per quest’ultimo Super Bowl sono stati stimati circa 200 milioni di spettatori in tutto il mondo.

7. IL CIBO IN CIFRE

Il cibo che si consuma durante il Super Bowl è paragonabile solo a quello consumato durante il Thanksgiving Day, con delle cifre esorbitanti. Gli americani mangiano in media 28 milioni di chili di patatine fritte, 1.25 miliardi di alette di pollo, 8 milioni di salsa guacamole e bevono circa 10 milioni di barili di birra…in un giorno solo! (vai col colesterolo!)

8. GLI SPOT

Una caratteristica del Super Bowl sono gli spot pubblicitari: il football americano è caratterizzato da azioni molto veloci, intervallato da pause più o meno lunghe, che permettono di inserire molta pubblicità.
Chi trasmette le partite in televisione può di guadagnare big money da queste. Per il Super Bowl vengono prodotti degli spot ad hoc.
Uno degli spot più famosi di sempre è stato quello della Apple per presentare il computer Macintosh nel 1984. Ad oggi uno spot di 30′ al Super Bowl può costare fino a 5 milioni di dollari!

9. L’INTERVALLO

Durante l’intervallo fra il secondo e il terzo tempo viene organizzato un concerto, l’halftime show, sullo stesso campo dove si gioca.
Molte persone seguono la partita solo in attesa di questo momento: l’intervallo è una sorta di meta show, di show nello show: è un concerto spettacolare e scenografico che ogni anno viene affidato a musicisti molto famosi.
Fra i tanti straordinari e grandiosi spettacoli ricordiamo quelli di: Micheal Jackson (1993), Prince (2007), Bruce Springsteen (2009), Beyoncè (2013), Katy Perry (2015), Lady Gaga (2017) e Justin Timberlake (2018)

Condividi i nostri contenuti: più N in giro per il web!

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento